MAN SNEAKERS INFOGRAPHICS

 

MAN SNEAKERS INFOGRAPHICS 

Abbiamo mappato le scarpe dei nostri clienti e messa in infografica. Paparazzi e Simple sono le serate su cui abbiamo raccolto il campione

 

Sneakers, tennis, scarpa, calzatura, beaters, creps, kicks, basse, stringate, slip on, steezy sono solo alcuni dei termini comunemente usate per definire quell’oggetto d’abbigliamento fondamentale per la nostra vita e motivo di culto per moltissimi giovani e meno giovani nel mondo.

La storia delle sneakers risale all’epoca degli antichi greci che inventarono una calzatura adatta ai giochi olimpici. In epoca più recente, all’inizio del 1900, fu Charles Goodyear a brevettare una tomaia attaccata ad una suola di caucciù e da lì cominciò tutto con le ALL STAR, La Prima scarpa da basket ufficiale. Negli anni ’20 Adolf Dassler fonda l’Adidas. Negli anni ‘60 Phil Knight e Bill Bowerman fondano la Blue Ribbon Sport, come importatore ufficiale dal Giappone delle Onitsuka Tiger divenute poi Asics. In seguito i due Negli anni ’70 fondano la NIKE ,( il nome prende ispirazione dalla dea greca) e con l’esperienza nel mezzo fondo lanciano Nike Cortez con la suola zigrinata e da li esplose tutto.

La scarpa nasce con il principio di proteggere i piedi, si evolve con una funzione più tecnica di performance negli sports e diventa oggi uno status di identificazione urbana. La scarpa ci identifica, da una connotazione sociale e rivela chi siamo. Rappresenta anche la forma di costrizione maggiore della civiltà moderna, quando torniamo a casa la prima cosa che facciamo per sentirci liberi è toglierci le scarpe.

In tutte le epoche le persone hanno avuto le loro scarpe dal 1900 ad aggi siamo passati dall’anfibio, al mocassino, allo stivaletto con zip dei settanta alle sneakers dal 2010 in poi.

La sneakers può essere utilizzata con un abito o con un jeans o con una tutta l’importante è la ricerca del modello giusto. Può andare con una gonna o un leggins e spesso non inficia la femminilità.

Per noi del Sinatra che dal 1960 ad oggi lavoriamo nel mondo dell’intrattenimento notturno, sintesi di mode costumi e generi musicali, abbiamo ritenuto importante capire le mode e le tendenze analizzando i nostri amici, i nostri clienti, i nostri eventi. Il progetto che abbiamo avviato si chiama Sinatra Infographics . Per comprendere la moda che cambia mappiamo e traduciamo in numeri. I dati sono il petrolio del XXI secolo e noi ci stiamo affacciando.

In questo primo articolo ci siamo soffermati sul mondo delle Sneakers al maschile. Abbiamo raccolto un campione di 1.120 foto dei piedi dei nostri clienti di un’età compresa tra i 18 – 24 anni e le abbiamo analizzate con l’aiuto di qualche giochino matematico ed informatico.

La nostra volontà non è di sapere quale brand va di più o quale vende di meno, noi non vendiamo scarpe ne abbigliamento, ci siamo fatti un po’ gli affari vostri per capire il mondo che cambia e qui tovate i primi risultati.

ANALISI CAMPIONE STATISTICO E METODO DI MISURA

map1_campione_uomini_donne_mappati_sinatra_club_ferrara_sneakers_infographicsPiazzando delle fotocamere all’ingresso del locale nelle serate di apertura Simple e Paparazzi ( stesso target ) unito alla rete dei fotografi di sala abbiamo scattato centinaia di foto. Attraverso la catalogazione di 18 Brands abbiamo scandagliato le vostre preferenze in temini di colore, forma e presto anche per modello.

Siamo riusciti ad identificare l 85 % delle scarpe che sono entrate nelle nostre serate di cui sostanzialmente metà erano donne e metà erano uomini. Di questi ultimi abbiamo fatto un analisi più approfondita in termini di marca, modello e forma.

Le sneakers analizzate sono state così divise in ordine di Brands:

  • Nike 25,8 %

  • Adidas 14,7 %

  • Puma 10,5%

  • Unclassified (marche sconosciute) 9,7%

  • Classic shoes 8,1%

  • Converse 6,1%

  • Jordan 5%

  • Fila 4,3%

  • Philippe model 3,4%

  • Vans 3,3%

  • Saucony 3,2%

  • Under Armour 3,1%

  • Diadora 3%

Da questa prima analisi emerge super presenza Nike, Adidas e Puma e unmap2_composizione_cromatica_sneakers_sinatra_club_ferrara

folto gruppo di ragazzi che preferiscono modelli non di primo piano nel panorama global brand. Questa forma di “ribellione” allo stradominio dei super brands è un fenomeno che sta prendendo sempre più piede in America e in Europa del così detto “No Brand”. La scelta è di avere qualcosa di diverso e non immediatamente copiabile da altri ( come dice sempre il nostro Paolone).

Si riscontra tra i vari brand un calo delle preferenze dei modelli Jordan a scapito di un aumento ( tra le serate ) di presenze FILA, Vans e Diadora.

L’analisi della tipologia della calzatura ci ha permesso di comprendere che le sneakers High rappresentano meno del 20 % della totalità del campione e solo le sneakers low o basse a fare la voce grossa.

Per quanto riguarda i colori questa è la torta dei colori delle sneakers da discoteca, la prevalenza sono i colori chiari Bianco in primis, beige e grigio. Il nero si piazza dietro l’azzurro e tutti gli altri a seguire.

Per concludere la nostra prima ricerca abbiamo interpellato alcuni esperti del settore per farci dire quali sono, a loro avviso, i modelli più cool tra le foto scattate e vi mettiamo di seguito la loro scelta.

www.siantra.it

< Dictionary party people slang >