Dictionary

Dictionary: party people slang

Comprendere l’evoluzione del party dalla A alla Z

#

#ffffff – In grafica è il codice esadecimale del bianco. A molti è un colore che spaventa, spazio vuoto, foglio bianco ecc.. Non è così; se nel lavoro gli oggetti sono ben bilanciati, ben venga il colore bianco, che da “aria” alla composizione grafica o all’installazione.

A

Accreditation – la procedura per la concessione di una credenziale, chiamata badge che permette di accedere a luoghi riservati o sorvegliati. Se hai l’accreditation conti…

ACG (ALL CONDITIONS GEAR) – La linea outdoor di Nike, che il brand ha da poco tempo rilanciato sul mercato. Resistente ad ogni tipo di intemperie.

Advertising (ADV) campaign – Campagna pubblicitaria organizzata per promuovere l’evento.

ALPHET – Sinonimo di abbigliamento.

B

Babydoll – Un capo supersexy composto da una sottoveste svasata abbinata alle sue mutandine. Il particolare che contraddistingue questo capo è la presenza di pizzi, fiocchi e trasparenze, che rendono il tutto davvero poco innocente. Il babydoll non è consigliato per i party se non per le serate più trasgressive.

Badge – Targhetta porta-nome riservata a tutti i partecipanti, viene consegnato dopo l’accreditation e riporta  nome e cognome dell’invitato e il tipo di accesso. Nelle feste più esclusive o negli eventi esistono vari livelli di accesso.

Ballon: tipico bicchiere da Cognac o Brandy. Un po’ da altri tempi.

Banqueting – Indica l’arte di preparazione di cibi e bevande per l’organizzazione di banchetti durante l’evento presentati in linea con la logica e gli obiettivi dell’evento stesso. Generalmente si usa la parola “banchetto” per indicare

Beaters – Le scarpe da battaglia. Le più usate, le più rovinate, quelle alle quali non diamo importanza come ad altre. Sono le calzature che, con il solo colpo d’occhio, si può intuire il numero di “ situazioni” che ha dovuto sopportare. In breve le scarpe più amate

Blazer – Identifica una via di mezzo fra la giacca e il cardigan: in pratica si tratta di una giacca di media lunghezza in tessuto; è la scelta migliore se cerchi uno stile elegante ma non troppo. E’ molto dandy e trasmette un tocco british.

Bicchiere da punch: detto, “tumbler per hot drink”. E’ un bicchiere senza stelo a corpo cilindrico munito di manico per il servizio di bevande calde.

Blender: miscelatore elettrico, munito di bicchierone in metallo. Nel blender, tra l’altro, vanno preparate le miscele per realizzare anche la Piña Colada e lo Sgroppino per più persone.

Boston Shaker: contenitore, di origine americana (da cui il nome). E’ formato da un pezzo in vetro ed uno in metallo che vengono incastrati fra di loro per consentire una tenuta ermetica durante lo scuotimento degli ingredienti.

Bowl: capace zuppiera in cristallo o in vetro, adatta per la preparazione dei cosiddetti cocktails-champagne o di bevande a basso tenore alcolico.

BOZZA – Quando si butta giù una campagna, ti metti d’accordo con il cliente sulle caratteristiche del lavoro commissionato e quindi puoi cominciare a dare sfogo alla tua creatività. Vengono quindi preparate e fatte visionare le cosiddette bozze. Sono fac-simile di stili diversi di grafica per far capire la tua idea. Quando ti criticano una bozza vai fuori di testa ma se riesci a cogliere nel segno quello che il tuo cliente vuole allora puoi spaccare. Meglio correggere una bozza piuttosto che buttare fuori un lavoro sbagliato.

BPM – I BPM sono il numero di battute durante un minuto di canzone. Identifica il tempo di una canzone. Un bravo dj conosce i BPM giusti per farti ballare. Il numero dei bpm identificano anche il genere musicale.

Brainstorming session – Raccogliere le idee/discutere in gruppo. La riunione di “brainstorming” si fa quando un gruppo di persone collabora per generare idee volte a migliorare un processo, a risolvere un problema, a raggiungere un obiettivo. Più teste ragionano meglio di una sola.

Bred’s – formata dalle parole BLACK e RED.  All’interno dello sneakergame, si intende la combinazione di colori nera e rossa. Ovviamente stiamo parlando di J’s (Air Jordan).

Briefing o Brief –Riunioni organizzative per l’istruzione dei partecipanti riguardo un determinato evento o manifestazione o per la presentazione di un tema oggetto di discussione. Anticipa di solito il brainstorming

Buffet – Servizio offerto esclusivamente in piedi con il supporto di eleganti tavoli d’appoggio ideale per colazioni di lavoro, meeting e convention.

Business plan – Documento che sintetizza i contenuti e le caratteristiche di un evento per la migliore pianificazione e gestione dello stesso.

C

Capsule Collection – L’espressione definisce una collezione composta da alcuni capi di base che possono essere abbinati tra loro e che rispettano alcune regole di stile (linee degli abiti, tessuti, colori, etc.). Negli ultimi anni è diventato comune affidare la realizzazione di una capsule collection a un designer/fashion blogger esterno.

Catering – Insieme delle attività legate alla fornitura di alimenti e bevande nell’ambito di eventi.

Claim o pay-off -Frase ad effetto che viene impiegata per riassumere il senso dell’annuncio oppure per evidenziare la promessa. Veniva chiamato slogan un tempo, e semplifica il concetto creativo che vuoi esprimere del brand. Il pay- off se è d’effetto deve avere un suo contrasto interno ed essere semplice

Clinic o Master Class – Piccoli gruppi di lavoro creati soprattutto per risolvere problemi non previsti e di urgente soluzione.

Clutch – Sono le borse piccole che si portano a mano, supersexy e super chic sempre. Identifica una donna essenziale, che crede in se stessa e che le basta poco per essere “giusta”.

Cocktail Party o Gran Gala – Momento di ritrovo pre-dinner è un tipo di ricevimento adatto per accogliere gli ospiti con una tipologia di ricevimento pratico e piacevole che consenta di conversare degustando stuzzichini e bevande ovvero cocktails. Di solito sono momenti fighetti e per pochi, con donne che se la tirano un sacco e uomini non molto virili.

Coffee Break – È il momento di pausa che prevede il servizio a buffet generalmente con caffetteria di vario genere e piccola pasticceria. E’ tipico dei seminari, presentazioni aziendali, momenti commerciali. Il coffee break è anche il momento per conoscere le persone che ti interessano senza dover interrompere l’evento con domande imbarazzanti solo per avere attenzione.

Coke whites – Scarpa da ginnastica di colore bianco. Immancabile nella scarpiera di uno sneakerhead.

Coppa: bicchiere a coppa larga utilizzato per gli spumanti dolci. Con le ragazze funziona sempre.

Collar – ll collar è la parte delle scarpe che avvolge il malleolo.

Comunicazione visiva – È la disciplina che studia tutto ciò che un vero creativo deve sapere. Dal greco eikon, “immagine”, è ciò che un vero grafico deve saper sviluppare in fase di elaborato. L’estetica, l’aspetto e i linguaggi percettivi e sensoriali sono soltanto alcuni dei termini che si collegano a questa voce. Ricordati sempre che dietro un grafico c’è sempre una preparazione e uno studio costante.

Concept – Idea creativa, completa di elementi grafici, immagini e slogan, il breve testo che riassume e concretizza il messaggio che sta alla base di un progetto strategico.

Congress – Congresso o incontro con periodicità annuale o pluriennale di professionisti esperti di un ramo scientifico, tecnologico, medico riguardante soprattutto la ricerca e l’analisi.

Convention – Evento importante, di solito annuale, organizzato dal management di un’azienda, partito politico o ente, con finalità specifiche legate ad obbiettivi strategici predefiniti. Di solito sono lunghi e noiosi.

Controller – I controller digitali per DJ emulano gli strumenti dei DJ tradizionali. Di solito sono composti da due piatti che simulano i giradischi o i lettori CD) e un mixer.

COP – Deriva dal termine inglese “cop” cioè catturare, acchiappare. Spesso leggerete “cop or drop”, un gioco di parole legato alla volontà di acquistare o meno una scarpa. Nel gergo italiano si utilizza la parola coppare, ovvero comprare qualcosa, In questo caso, comprare una sneaker.

Cozyboy – Il massimo della comodità nella scelta del proprio outfit alla moda.

Creps – Una delle tante parole per definire le scarpe da ginnastica.

Crispy – Sta ad indicare la purezza, di solito si legge CRISPY WHITE. Per via della sua freschezza.

Crossfader – È lo strumento del DJ per antonomasia. È un fader orizzontale con cui stabilisci la proporzioni di audio udibile di ciascuno dei due deck. Puoi decidere di far sentire solo la musica del primo, solo del secondo o quantità variabili di ognuno dei due.

Cup – è un tipo di long drink che si prepara in grandi zuppiere e va servito ben freddo; abitualmente la base principale è il vino.

D

Dark drink – appellativo che viene dato agli after dinner nei quali il caffè espresso è l’ingrediente base: che siano caldi o freddi.

Dash – in inglese significa “goccia”.

DECKS –  Per deck si intende una descrizione molto generalizzata dell’equipaggiamento usato da un DJ per suonare musica. Molto spesso si fa riferimento ai piatti e ai lettori CD.

Dress Code  – È il codice di abbigliamento previsto durante un evento o in una certa situazione.

Drink – in inglese significa “bevanda”; indica tutte le preparazioni alcoliche.

DS (Deadstock) – Termine usato quando una scarpa non è mai stata indossata ed è nuova di zecca. E’ rimasta nella scatola, non è mai stata provata ed è ancora factory laced (allacciata come quando arriva dalla fabbrica).

E

Entertainment – Intrattenimento e attività ricreative offerte durante l’evento

Equipments – Attrezzature tecniche messe a diposizione per la migliore riuscita dell’evento (per effetti sonori, luci, audio).

Exotic – long drink speciale, appartenente alla categoria omonima, il cui frutto intero viene spolpato e quindi utilizzato nei bicchieri.

F

Fashion Victim – Identifica una persona che segue con estrema attenzione e impegno i dettami della moda; a volte ne è quasi schiava!!

Factory laced – Quando le stringe delle scarpe sono allacciate come appena uscite di fabbrica.

Fire  – Quando qualcosa è bollente o maledettamente bello.

Flambè – parola francese che significa “fiammata”; anche appellativo per quei cibi cucinati alla lampada e ultimati con Cognac o Vodka fatti appositamente infiammare.

Flip – è una bevanda preparata con l’aggiunta di uova fresche.

Flùte –  è il classico calice lungo e stretto per servire lo Champagne o lo Spumante.

Flight Club – Stiamo parlando di un negozio con sede a New York e a Los Angeles. Sul loro sito puoi trovare qualsiasi scarpa che tu stia cercando. Unica pecca? il prezzo! Se hai abbastanza soldi per poterti permettere di acquistare dall’Italia, aggiungendo circa altri 100€ tra spedizione e dogana…beh, allora è fatta!

Finger Food – Termine inglese che designa il cibo che si può mangiare con le mani, senza l’uso delle posate.

Fizz – è un long drink; deriva dall’inglese “to fizz” (sfrigolare)e di solito si identifica con una miscela preparata con succo di limone, bevanda alcolica (es. Gin) e acqua tonica o selz.

Fitting room – Quando sei in un negozio e vuoi provarti un capo, devi chiedere dov’è il fitting room, il camerino!

Fragment (Fragment Design) – E’ il brand creato da Hiroshi Fujiwara conosciuto anche come The Master, è famoso nel mondo dello streetwear, ma anche in quello delle sneakers perchè ha creato diverse collaborazioni con Nike oltre a delle sneakers a dir poco iconiche.

Frappè – deriva dal francese frapper = agitare e consiste in una bevanda dissetante, priva di alcol, a base di latte e con aggiunta di frutta e ghiaccio tritato in precedenza.

Friends of family – Quando un paio di scarpe è super raro! Public School of NY propone spesso modelli di F&F che riprendono modelli di Air Jordan “customizzandoli” con vari tessuti e design innovativi. Le quantità sono scarsissime e vengono date solamente ad amici e familiari.

FULL SIZE RUN – Questo termine di solito si riferisce a quante paia di scarpe un rivenditore o un negozio ha ricevuto o possiede in magazzino. Il maggior numero di negozi riceve taglie da uomo che vanno dalla taglia 6 alla 12. Quando invece un negozio non ha ricevuto la spedizione completa, si usa un altro termine indicante la spedizione parziale, ovvero partial size run.

G

 Garms – Abbigliamento alla moda. Non lasciare che i tuoi genitori ti mettano degli abiti che non sono alla moda.

Glass: la parola vuol dire bicchiere.

G.O.A.T. – Greatest Of All Time. Si usa questo termine per far riferimento a Micheal Jordan. E’ anche il nome di un’app per cercare le sneakers da collezione. E’ anche applicazione per acquistare sneakers introvabili

Grail – Si dice di una sneaker che ha un alto valore collezionistico. Il Santo Graal delle sneakers.

GR (General Release) – Un’edizione generica, questo significa che sono facili da trovare. Tutti i rivenditori riceveranno questa versione.

GRIGLIA –  Oltre a quella del barbecue, nella grafica ogni progetto che si rispetti deve avere al suo interno delle regole ben precise, così come un racconto o un articolo ha delle sue norme di scrittura, anche in grafica bisogna seguire degli schemi e ordinare il progetto dentro delle linee guida e griglie. Questo ci aiuterà tantissimo per lo sviluppo dei nostri elaborati qualunque sia la sua complessità. Ricordatevi sempre che ogni grafica ha sempre dietro uno schema geometrico: ne danno testimonianza diversi marchi famosi costruiti su delle regole precise.

Grog: bevanda calda con una base alcolica.

GS (Grade School) – Scarpe per bambini nella fascia di età della scuola elementare. Solitamente molte donne, avendo il piede più piccolo, rientrano in questo range di taglie (dal 36 al 40).

GUM SOLE – E’ un tipo di suola che hanno le scarpe. E’ di colore marrone scuro ed è super popolare a causa della sua durata.

H

Happy Hour – Aperitivo rinforzato che precede il pranzo o la cena. Si mangia a sbaffo ed è un rimedio alla crisi economica

Head count – Numero totale di partecipanti all’evento.

HEADLINE –  La frase iniziale di un annuncio pubblicitario, in genere è scritta con caratteri più grandi e visibili, è una frase breve, orecchiabile, è ciò che deve entrare in testa della persona che guarda una pubblicità.

HEEL TAB/BACK PANEL – Come dicono le parole stesse, questi termini si riferiscono ai pannelli posti dietro ad alcune scarpe…pensate ad esempio alle Jordan 3 o 4.

Higball – è un long drinks e viene preparato con l’aggiunta di bibite gassate, il bicchiere in cui viene versato porta il medesimo nome, che deriva dall’uso degli Americani di richiedere come highball il whisky con aggiunta di soda e ghiaccio.
Ice: in inglese “ghiaccio”.

High Heels – Sono i più amati dalle donne… i tacchi alti!

HIGH/HI – Scarpa dal profilo alto (molte scarpe da basket retro).

Hiroshi : Sta per Hiroshi Fujiwara, The Master. Iconico designer giapponese.

Hot pants – Sono pantaloncini davvero super corti che lasciano molto poco all’immaginazione. Negli ultimi anni ne abbiamo visti di customizzati, colorati e, soprattutto, sempre più corti!

HTM – Progetto nato dai tre grandi esperti di sneakers: Mark Parker (CEO di Nike), Hiroshi Fujiwara (streetwear gawd) e Tinker Hatfield (uno dei migliori sneaker designer di tutti i tempi). Queste release sono state concesse a pochi negozi in tutto il mondo.

HYPEBEAST Questo termine indica colui che segue solo lo stile hype. Un hypebeast pone la sua attenzione solo su questi tipi di uscite perché sono quelle più ricercate e spesso col prezzo più alto.

I

 

ICY SOLE – Si dice quando le suole della scarpa sono ancora color ghiaccio. Il contrario è  Yellowed ingiallite o invecchiate

Infografica -Si parla di Infografica quando ci si trova davanti ad un progetto realizzato per diffondere l’informazione, proiettandola in forma più grafica e visuale che testuale. Nata dall’incrocio dell’arte grafica con il giornalismo e l’informatica, viene spesso elaborata tramite computer su palette grafiche. Alcuni esempi di infografica sono i grafici, le tabelle, i diagrammi di flusso e le mappe. Oggi l’infografica è frequentemente utilizzata nei giornali e nelle riviste (soprattutto scientifiche), nei manuali d’istruzioni e nei libri di testo scolastici. Tanta gente guarda l’infografica e pensa di sapere tutto…. se il grafico è stato molto bravo!!

INFRARED – Colorazione sviluppata da Nike, alla quale sono legati alcuni dei modelli più riusciti dell’azienda di Beaverton.

INSOLE – Suoletta interna della scarpa.

INSTACOP – Quando qualcosa è così stimolante che alla prima occasione la si compra senza pensarci.

Invitation (card) – Biglietto di invito

J

JB/JUMPMAN – Jordan Brand, anche collegato al simbolo dell’azienda stessa, cioè la sagoma di sua altezza aerea mentre schiaccia a canestro staccando dalla linea del tiro libero.

JPEG – È il termine di estensione utilizzato per il salvataggio delle immagini con cui un grafico lavora. Esso è stato introdotto affinché tutti i dispositivi desktop e mobili possano avere lo stesso codice di lettura; questo tipo di file inoltre può essere facilmente utilizzato sia per immagini di piccole dimensioni che per piccoli file di stampa.

Jorts – I pantaloni corti in jeans super sexy

Juice – in inglese “succo”.

Jumpsuit – Molto amata dalle donne che la indossano in cerimonie ed eventi che richiedono una certa eleganza: è la tuta intera.

 

K

KICKS – Ciò che hai al piede. Uno dei tanti nomi per chiamare una sneaker. Forse questo termine potresti averlo sentito a Londra.

L

Lanciare (Throwing) – Per lanciare, si intende dare una piccola spinta al disco, quando lo si fa partire, così da essere sicuri che non ci siano tempi morti o effetti di trascinamento. I lettori CD hanno una partenza istantanea, da dove sono stati puntati. (i normali lettori CD potrebbero prendersi qualche decimo di secondo prima di partire). “Lanciare” un disco significa annullare l’intervallo di tempo mentre lo stesso accelera da ai 33 giri RPM. Potrebbe sembrare una stupidaggine ma è realmente molto importante per il missaggio in battuta. (vedi più sotto)

Latenza – È il tempo che passa tra il compimento di un’azione e i suoi effetti. Nell’ambito della musica digitale, si parla di latenza soprattutto per indicare il tempo che passa dall’input di un segnale nel computer a quando si percepisce il suono in output dalle casse o dalle cuffie

Leggins – I leggins sono una sorta di pantaloni leggeri e molto aderenti (direi più simili ai collant) che vengono spesso indossati con camicioni o mini dress. Da non confondere con i jeggins, l’equivalente dei leggins ma versione jeans!

LEGIT – Originali legittime. Non contraffatto

LIT – Quando qualcosa è scoppiettante.

Location – Luogo scelto per un evento. Più è suggestiva la location, più l’evento spacca.

Logo – Rappresentazione grafica di un nome o di un acronimo che prevede l’uso di un lettering ben preciso che diventerà il simbolo distintivo di un’azienda.

Long drink –  in inglese “bevanda lunga”. Si tratta di una miscela che va servita fredda e leggermente alcolica, con aggiunta, di solito, di succo di frutta, Spumante, Champagne, bibite gassate.

Lookbook – È un catalogo atto a presentare la nuova collezione o i lavori di uno stilista.

Loop  – È un sample che viene riprodotto ciclicamente. La tecnica del looping è utilizzatissima nella musica dance e nell’elettronica.

LOW – Scarpa con il collar che rimane sotto la caviglia.

M

Mailing list – Lista dei nominativi ai quali verranno inviati messaggi informativi e promozionali riguardanti l’evento. Più la mailing list è nutrita più il tuo party può avere successo

Menabò – è un termine del mondo tipografico e rappresenta quel modello utilizzato per impaginare stampati di più pagine, quali ad esempio libri e riviste, contenenti testi, foto e/o immagini che vengono disposte in un certo modo (non casuale ovviamente). Le varie componenti dello stampato vengono raccolti e impaginati all’interno di una gabbia, in modo da rispettare il numero di sedicesimi (o ottavi o quartini) che si è deciso. Da ciò va però esclusa la copertina, da sempre considerata un elaborato a parte.

MID – Scarpa a mezza caviglia.

MIDSOLE – L’intersuola della scarpa, la parte che sta tra l’outsole e la tomaia. Si tratta della parte che conferisce ammortizzazione alla scarpa.

Mise en Place – Indica la preparazione di tutto il “corredo” necessario per un corretto servizio al tavolo.

Mixer – La funzionalità del mixer è quella di combinare due o più segnali audio in un unico segnale in uscita. Deve essere annotato, che la maggior parte dei mixer fanno molto di più, che il solo combinare diversi segnali audio. E’ anche lo strumento più usato dai baristi per dare inizio alla festa!!

Mixing glass – bicchiere conico miscelatore per la preparazione soprattutto di cocktails; a differenza dello shaker nel mixing glass si usa un lungo cucchiaio per mescolare.

Must have – A qualunque cosa sia riferito, il must have indica qualcosa che si deve assolutamente avere se si desidera essere stylish!

N

NIB – New in box. Scarpa nuova, ancora nella scatola.

NIKE LAB – Negozi del brand Nike dal profilo più alto. Si trovano solo in 5 città del mondo: New York, Hong Kong, Parigi, Londra, Shanghai e Milano.

Nude look – Il nude look è quello che prevede trasparenze che lasciano intravedere le forme del corpo. Con color nude, invece, si intendono i colori relativi al cipria, al beige chiaro e a tutte le tinte in linea con la carnagione; si usa in particolare per le scarpe.

 O

OFFSET – Stiamo parlando di un processo di stampa cosiddetto planografico indiretto, in quanto grafismi e contrografismi sono sullo stesso piano e l’inchiostro non poggia direttamente sul supporto, ma passa prima da tre particolari cilindri gommati che si trovano a contatto tra loro. Basata sullo stesso principio della stampa litografica, presenta alcuni vantaggi:

– alta qualità di stampa anche su supporti non propriamente lisci;
– alta risoluzione del lavoro svolto.

Si contrappone con la stampa digitale e la scelta verte in base alla tiratura.

OG – Sta per original. Prima colorazione uscita di una scarpa.

Old-fashioned – È il corrispettivo inglese del francese démodé, che non significa necessariamente fuori moda. Una cosa old-fashioned, infatti, si ispira ad uno stile passato; da alcuni è considerato un sinonimo del tanto modaiolo vintage!

Opening/closing ceremony – Cerimonia di apertura o chiusura

OUTSOLE – Suola esterna della scarpa.

Oversize – Quel tipo di moda o stile che prevede capi di una o più taglie più grandi della propria. È detta anche baggy!

P

PACK – Scarpe che vengono rilasciate in serie, a volte si possono trovare separatamente o insieme.

Pantone – Il Pantone Matching System è stato messo a punto negli anni cinquanta per poter classificare i colori e “tradurre” quelli di stampa a quadricromia CMYK semplicemente grazie a un codice. In questa maniera tutte le macchine tipografiche e i grafici possono dialogare bene fra loro avendo la giusta tonalità di colore dal monitor alla fase di stampa. Il colore Pantone inoltre è diventato una vera e propria moda di design fra i grafici e non solo; esistono negozi specializzati che vendono articoli di ogni genere, oggetti da collezionare e ogni anno viene realizzato un nuovo colore che si aggiunge alla vastissima gamma che già esiste e che viene utilizzata attraverso le comode mazzette.

PE (Player Edition/Player Exclusive) – Questo termine indica le scarpe create dal brand per l’atleta. Non si trovano quasi mai in negozio e si devono avere delle buone conoscenze per ottenerle.

PIATTI – Chiamateli come volete ma sono quelli che leggono i vinili ! ! ! Giradischi è più arcaico ma è simile all’inglese turntables, piatti è più usato dai dj italiani. Se non li conosci prima di un party studia!!

Pillè: – è il ghiaccio pressato, tritato e sminuzzato

Pitch control – è la funzione di un sistema (CD o piatto) di cambiare il tempo (velocità) di una canzone. Questo è molto importante se si sta mixando in battuta.

Pitch lock – Il Pitch lock è la funzione di un sistema di cambiare il tempo di una canzone, senza cambiare l’altezza. Ovvero ti permette di velocizzare drasticamente una canzone con la voce senza distorcerla.

Pitch bend – Il Pitch bend è il cambio temporaneo del pitch per avere le battute di due pezzi diversi in sincrono. Con i dischi in vinile si usano generalmente le dita per velocizzare o rallentare il disco spingendo o tirando lo stesso dall’ etichetta. Alcuni girano decisamente il perno al centro del piatto per cambiare il pitch momentaneamente. Addirittura alcuni usano il Pitch control movendolo in modo brusco, in modo da far accelerare momentaneamente la velocità, portandolo poi ai giri normali.

I lettori CD offrono questa possibilità attraverso un bottone o un joystick. Una volta che il DJ lascia il “bend”, il supporto torna automaticamente alla posizione corrente di pitch. Questa operazione è indispensabile quando due canzoni suonano allo stesso tempo ma hanno le battute fuori sincrono. Con questa operazione le battute vanno a tempo e il DJ non deve più preoccuparsi di riaggiustare il pitch control.

Pitch e tempo – Il pitch è la tonalità di una canzone. Il tempo è la velocità di esecuzione di un brano. Nel mondo dei DJ, quest’ultimo è legato al numero di rotazioni al minuto dei piatti (veri o virtuali) della consolle.

Planning – Processo di organizzazione delle attività richieste per raggiungere l’obiettivo desiderato.

Plugin VST – I programmi per fare musica hanno sempre degli effetti integrati, ad esempio eco, riverbero, equalizzatori. I plugin VST (Virtual Studio Technology) sono invece effetti esterni compatibili con i programmi da DJ. Ti consentono di avere decine o centinaia di effetti ulteriori, anche di eccellente livello.

Pop-Up Shop/Temporary store  – Si tratta di un negozio temporaneo la cui apertura può andare da qualche giorno ad alcuni mesi. Si usa l’espressione Pop-Up Shop nel British English; nell’American English, invece, si dice Temporary Store.

PR – Addetto alle relazioni pubbliche che si occupa di pianificare e gestire le relazioni fra l’organizzazione per la quale lavora e i clienti. Fa le liste per entrare, beve senza pagare (di solito) e a volte si atteggia . I PR sono alla base del party.

Press agency – Agenzia di stampa che ha il compito di conferire notorietà e autorevolezza e generare interesse ad un evento, una campagna o un progetto.

Preascolto (Cueing) – Il preascolto è un elemento essenziale per il missaggio, si usano le cuffie per trovare il punto esatto, in cui si vuole far iniziare la canzone successiva.

Press conference – Conferenza stampa, evento di presentazione organizzato per la diffusione notizie di rilievo o di incontro con personalità.

Press-release – Documento redatto dall’addetto stampa (press agent) per informare su un evento in maniera ufficiale e formale diffuso presso gli organi d’informazione e i social web.

Press tour – Visite guidate a favore di giornalisti in luoghi di interesse per lo sponsor o ente patrocinante.

Project manager – Responsabile del progetto che si occupa della gestione completa del progetto e del coordinamento produttivo.

 

R

RADIO EDIT – Versione concentrata di una canzone, realizzata ad uso dei programmi radiofonici.

RAGGA – Sottogenere del Reggae, con inserimenti Rap.

RAGA – Slang usato come saluto abbreviazione di ragazzi/e.

RAM – Acronimo di Random Access Memory. La memoria dei computer.

RAP/RAPPARE – Tecnica ritmico/vocale usata dagli MC. Un linguaggio globale.

RAVE – Eventi di raduno musicale. Il più delle volte illegali, sono organizzati nei posti più impensabili. I Rave sono legati alla cultura Techno & Hardcore.

RCA – Cavo di connessione standard tra componenti audio.

RHYTHM & BLUES – Evolutosi dal genere Blues urbano, usava principalmente gruppi di cori vocali e sezioni di fiati.

R&B – L’evoluzione degli anni ’90 del Rhythm & Blues, sonorità Down Tempo per le ritmiche, per le

liriche, l’espressione più “Black”.

Ready to wear – È l’equivalente inglese della più famosa espressione francese prêt-à-portere. Si riferisce a tutti quei capi di abbigliamento che non sono creati su misura per qualcuno ma che sono prodotti in serie e venduti nei circuiti della grande distribuzione.

Reception desk – Banco d’accoglienza con personale predisposto per il ricevimento degli ospiti dell’evento.

REFRAIN  – Definizione oramai in disuso per indicare il ritornello.

RE-EDIT – Tecnica di Editing usata per accorciare o allungare parti del disco per creare long o radio version.

RESELLER – Colui che acquista il maggior numero possibile di una versione limitata di scarpe e che non ha nessuna intenzione di indossarle. Il suo unico scopo è venderle per lucrarci sopra.

REMASTERING  – Rimasterizzazione, procedimento per effettuare un nuovo missaggio del master dalla registrazione originale. Per migliorarne la resa sonora. Solitamente dall’analogico al digitale.

REMIX – Tecnica usata da DJ e fonici in studio di registrazione, per adattare le tracce di una canzone ad una nuova versione del disco, con sonorità e stile tipiche del DJ Remixer a cui è affidato il lavoro.

Il RMX è realizzato il più delle volte per esigenze di proporre nel mercato estero versioni adatte alle loro dancefloor o per adattare delle canzoni pop, al mercato dance.

RESIDENT DJ – Definizione del dj che lavora fisso in una discoteca. Il padrone di casa, colui che meglio rappresenta la filosofia del club.

RETRO – Scarpa che è stata realizzata in passato, come una Jordan e viene riproposta per esser venduta

REVERB (riverbero) – Effetto di ambiente del suono.

REWIRE – Applicazione che permette integrare Reason con il sequencer di Cubase e virtual mixer.

REWIND – Nella terminologia dj è il movimento di ritorno del disco nel cueing, se usato velocemente (backspin) ripropone il suono d’avvolgimento del nastro tape.

RIBBON CONTROLLER – Controllo a sfioramento della mano per controllare l’intensità e modulazione effetto presente nelle tastiere musicali.

RIAA – (Recording Industry Association of America) Standard di acquisizione e correzione del suono riproposto dai giradischi..

RIFF – Il termine riff indica una semplice frase melodico-ritmica che è ripetuta più volte nella

stesura di una canzone.

RIPPER – Software che permette la trasformazione di file audio dei cd in file Wav o Aiff.

Risoluzione – Con questo termine si definisce tutto ciò che riguarda la qualità di un’immagine. Un bravo grafico deve sempre essere a conoscenza dei vari tipi di risoluzione di un elaborato da consegnare. Quando progettiamo per il web usiamo sempre i 72dpi, mentre per tutti i progetti che andranno in stampa il 300dpi. Ci possiamo però trovare di fronte a particolari richieste di stampe molto grandi; in questo caso si possono anche utilizzare i 150dpi e i 200 dpi visto che in relazione alle misure e alla distanza da dove verrà visto il progetto non perderemmo di qualità. Quindi occhio a questa regola importantissima prima d’iniziare un progetto grafico

Road show – Spettacoli teatrali, concerti, trasmissioni radio, convegni politici itineranti finalizzate alla presentazione di spettacoli, risultati o progetti.

ROCK ‘N ROLL – Nato in America nei primi anni ’50. Non fu solo un nuovo genere musicale ma anche uno stile di vita. Il termine fu coniato dal DJ radiofonico Alan Freed.

ROSCO  – termine usato a cavallo tra gli anni ’70/80 per definire sonorità rock con chiare influenze Disco.

ROYALITIES – Percentuale di guadagno, accordata tra il produttore e la casa Discografica sulle vendite dei dischi.

ROTARY FADER – Potenziometro per il controllo del volume. Invece di essere a cursore è una manopola.

Round table – Tavola rotonda, riunione impostata su un argomento o tema che coinvolge un gruppo di circa 7/8 discussant condotta da un chairman super partes di indiscussa notorietà.

S

SCRATCH – Tecnica usata dai dj Hip Hop fine anni ’70 per arrivare, grazie alla DMC a livello mondiale con i campionati.

SCRUB – Funzione presente in alcuni software per la composizione audio. Permette con il puntamento del mouse sulla traccia di averne il preascolto.

SCSI – Anacronismo di Small Computer System Interface. E’ un’interfaccia veloce e sicura per il

Trasferimento dati tra computer e l’hard disck o con periferiche esterne.

SEAMLESS – Slang Inglese, che descrive i movimenti di abilità del dj nel mixaggio e nella tecnica di interrompere la musica durante il set con lo slider o fader del mixer. Creando delle pause per poi caricare la pista

SECONDHAND – Usato, di seconda mano.

SECURE AUDIO FILE – File musicale a pagamento, se duplicato perde la qualità audio.

SELECTA – Dalla terminologia HipHop ad oggi, chi seleziona i dischi.

SEND – Controllo presente su mixer e multieffetto per monitorare il segnale d’ingresso.

Setting up – Allestimento per eventi, progettazione e creazione di strutture e arredamenti per eventi e manifestazioni.

SHAREWARE – Software a pagamento. Si può utilizzarne la demo per 30 giorni, valutandone le caratteristiche principali prima di deciderne l’acquisto.

SHAPED – Sono i dischi in Vinile e CD sagomati. Originali per il formato. Dischi più da collezione, che per l’uso in discoteca e l’ascolto.

SHOWCASE – Esibizione una GIG di solito dimostrativa per dj e Turntablism.

SKILL – Questo termine è riferito alle capacità e abilità dell’artista, del dj o della persona che lavora in generale. Più skill hai e più guadagnerai (si spera)

SKIN – Immagini personalizzate. Utilizzate in sostituzione della grafica originale dei software per PC.

S.I.A.E. – Società Italiana Autori ed Editori, che tutela i diritti degli editori, autori e compositori.

Short drink – in inglese “bevanda stretta”; è l’esatta definizione di cocktail ed è prettamente alcolica.

SINGER – Cantante

Slice – in inglese “fetta” (arancia, limone…).

SLIPMATS – Panni di feltro che vanno a sostituire il piatto di gomma. Indispensabili per l’uso dei mixaggi.

SLIDER – Potenziometro a cursore per il controllo volume del singolo canale.

Slow food – Tendenza gastronomica che incoraggia il consumo lento dei pasti, promuove un ritorno alla tradizione che possa dare il giusto valore al cibo.

SMOKE MACHINE – La macchina del fumo.

SMPTE – Codice di sincronizzazione tra apparecchiature audio o video.

SNARE DRUM – Parte fondamentale nelle ritmiche, denominato anche rullante.

SNEAKERHEAD – Ogni appassionato che colleziona in modo smodato scarpe da ginnastica. Modelli di ogni tipo: running, collaborazioni, retro basket, limited edition e tutto quello che riguarda il mondo delle sneakers. Ovviamente senza farsi scappare nessuna uscita (o quasi).

SOFTWARE – Sono i programmi usati nei computer.

SOUL – Musica cantata dai “black” americani, la riscoperta delle radici dell’anima musicale.

SOUND CHECK – Procedura utilizzata dai tecnici del suono per controllare la perfetta funzionalità acustica

prima di una esibizione live di un concerto.

SOUND ENGINEER – E’ il tecnico del suono responsabile al controllo del mixaggio, in studio di registrazione, (Fonico) o responsabile nell’effettuare il sound check nello stage dei concerti.

SOUND SYSTEM – L’impianto di amplificazione che i dj giamaicani usavano per le loro serate e le feste.

SPACCA – Termine usato nel gergo Rap per definire un personaggio quando è bravo.

Spartito – Testo riportante in maniera figurativa la stesura musicale di una canzone. Comprendente la

notazione musicale di ogni singola partitura strumentale.

SPEED SELECTOR – Funzione presente sui giradischi. Permette di selezionare la velocità da 33 a 45 giri.

SPLIT – Divisione di una tastiera, assegnando ad ogni singolo tasto od ottava un suono diverso.

SPINDLE – E’ il perno disposto al centro del piatto dove va inserito il disco.

Sponsor – loghi sui flyer o sul sito che finanziano il party o il club attraverso formule di contributi monetari o in cambio merce

STILO (stylus/needle) – Gli stilo (puntine) sono di diamante. Gli stilo possono essere di due tipi : l’Elittica, la più usata nei club, per la brillantezza del suono e la forte presenza nelle frequenze basse, e la Sferica (conica), preferita per le sue caratteristiche di robustezza e resistenza ai salti per le tecniche di scratch.

STREAMING – Tecnica, che permette di ascoltare musica o visualizzare filmati da Internet. Senza avere però la possibilità di scaricarli.

STAGE – Palcoscenico, luogo dove si svolge lo spettacolo. La piattaforma di distribuzione artistica primaria.

STAND ALONE – Riferito ad un software o modulo musicale che funziona autonomamente.

STEEZ/STEEZY – Quando si combinano stile e semplicità.

STYLISH – Ovviamente questo dipende dai punti di vista…quando sei giusto o giusta e super glamour.

Strainer – termine inglese con cui si indica il passino usato per filtrare la bevanda preparata nel mixing glass.

SUPER FIRE – Essere alla moda in maniera superlativa. Visione completamente nuova di stile.

T

Tango shoes – Décolleté con il dito fuori

Tavoletta grafica – È considerata da molti un ottimo strumento che garantisce maggiore precisione rispetto all’utilizzo del classico mouse, poiché ha movenze di una penna che scrive su un supporto. Qui esce molto la tecnica manuale del grafico che ha il dono di realizzare stilizzazioni con molto precisione “non digitale”. Essa è utilizzata da molti anche per la fotografia e grafiche d’illustrazione il cui risultato è identico alla nostra mano.

Tempo – Il tempo è la velocità di una canzone. Solitamente misurato in Battute Per Minuto (BPM). Lo perde colui che in pista è un pò sfasato o alterato.

TINKER – Colui che ha creato l’Air Max 1 e i modelli più importanti di Air Jordan: Tinker Hatfield.

TOEBOX – Si tratta della punta della scarpa, o meglio della parte anteriore della tomaia, quella dove sono racchiuse le dita.

TONAL – Unica tonalità di colore.

TONGUE – La linguetta della scarpa.

Trendy – Un termine forse un po’ troppo generico per indicare tutto ciò che è di tendenza, cool

U

UPPER – Tutto ciò che si riferisce alla parte superiore alla midsole. Si tratta della tomaia della scarpa.

V

Vettoriali – È la tecnica utilizzata dai grafici per descrivere le immagini mediante un insieme di forme geometriche di punti, linee, curve e poligoni ai quali si attribuiscono colori e sfumature. I vettori, diversamente dai pixel presenti nella grafica raster, permettono al creativo di manipolare gli elementi secondo le proprie necessità. In una grafica vettoriale infatti potrete ingrandire e ridurre un oggetto senza perderne di qualità, potrete realizzare una grafica sia per cartaceo che per web.

VNDS (Very Near Deadstock) – Scarpe indossate pochissimo, anche per più di qualche ora. Quasi deadstock. Una scarpa non più factory laced può essere considerata VNDS.

W

WILD – Si usa questo termine riferendosi ad un paio di scarpe bello da impazzire.

WYSIWYG –  è l’acronimo dell’inglese “What You See Is What You Get” (quello che vedi è quel che ottieni)

X

Xilografia – La xilografia è una tecnica di stampa molto economica che prevede l’incisione di immagini, e a volte di brevi testi, su tavolette di legno (matrici), inchiostrate e utilizzate per la realizzazione di più esemplari dello stesso soggetto, sia su seta che su carta, mediante la stampa con il torchio.

Y

YEEZY – Le sneakers firmate da Kanye West. Che sia una Nike o una Adidas, se si tratta di una collabo con Kanye, quelle che avete in mano sono alcune tra le scarpe più costose e ricercate del momento.

Z

Zip –  State pensando alla cerniera della felpa o dei pantaloni?… diciamo che ci siete vicini! Infatti questo termine è utilizzato nel settore per inviare file di varie misure. In gergo si dice “zippare”, quindi inglobare in una scatola digitale diversi elaborati. I grafici devono quindi saper gestire e comprimere in .zip (o .rar) i lavori, così l’allegato della mail o in tipografia peserà meno e sarà più semplice trasferirlo e utilizzarlo.